AER Edizioni HomeOrdiniContattiNewsletter 
Ricerca    
CATALOGO
 
fino a 2 anni
3 e oltre
4 e oltre
6 e oltre
14 e oltre
16 e oltre
Narrativa
Saggi
Fuori Catalogo
Cartoleria
Autori
KATALOG
 
Kinderbuch
Literatur
Sachbuch
Kontakt
RIGHTS
 
Foreign Rights
Contact

Lieve Baeten

Quella furba di Lotje
Traduzione di Giuseppina Pisani
2005
34 pp. - 26 illustrazioni
rilegato - 22 x 26,2 cm
Euro 14,50
ISBN 9788887435320



 


 

Lieve Baeten,
nata il 24 ottobre 1954 a Zonhoven, Belgio, ha studiato illustrazione all’Accademia delle Belle Arti di Anversa. Il suo sogno era quello di pubblicare un proprio libro e ciò si è avverato nel 1992 con “Nieuwsgierige Lotje” – “Quella curiosa di Lotje”.
Le avventure di Lotje – tradotte in molte lingue e più volte premiate – hanno incantato il mondo.
Lieve Baeten è scomparsa nel 2001 in un incidente stradale.

 


 
 


 

Wietse Fossey,
nato nel 1977 a Anversa, Belgio, è il figlio di Lieve Baeten. Ha studiato grafica all’Università Karel de Grot di Anversa e oggi crea siti web e si occupa di animazione multimediale. Quando Lieve Baeten scomparve nel 2001, il testo del libro era già stato ultimato, vi erano schizzi abbozzati così come immagini già ultimate. Wietse Fossey è riuscito a portare a conclusione con l’ausilio della computergrafica «Quella furba di Lotje» utilizzando il materiale a sua disposizione. Si è così realizzato il suo desiderio di far giungere questo libro nelle mani dei bambini per i quali sua madre l’aveva ideato.

 


 
 


 

C’è una storia delicata e commovente
dietro questo libro, quinto di una serie dedicata a una piccola, simpatica befana: l’autrice, la belga Lieve Baeten, l’aveva quasi ultimato, quando nel 2001 morì a quarantasette anni in un incidente stradale il figlio, Wietse Fossey oggi ventottenne, l’ha portato a termine con l’ausilio della computergrafica, ma soprattutto con la voglia di continuare sulla strada della madre, cui non mancava lievità, ironia, delicatezza, capacità di entrare in sintonia con il mondo infantile cui l’albo è destinato.
Pino Boero, Libri ricevuti, Albi (3-6anni), aprile 2005, in: www.pinoboero.com

 


 
 


 

Per alcuni anni
AER propose i libri illustrati da Lieve Baeten ed in particolare quelli dedicati al ciclo con le storie minime di Lotje, una piccola strega. Poi nel 2001, dal Belgio, giunse la notizia della tragica e improvvisa scomparsa dell’autrice (ricordo che ne demmo la notizia su Andersen). Adesso a distanza di quattro anni il figlio di Lieve, Wietse Fossey (crea siti web e si occupa di animazione multimediale), è riuscito a portare a termine questo albo che la madre aveva lasciato incompiuto. Ricorrendo alla computergrafica, utilizzando gli schizzi ma anche alcune tavole già ultimate, è riuscito in questa non facile impresa che è anche un delicato, straordinario atto di amore e omaggio alla memoria di un’artista di indubbio talento.

 


 
 
Ecco un bel libro adatto
per la festa della Befana, Quella furba di Lotje, della casa editrice Aer.
La piccola befana Lotje, un giorno riceve una misteriosa valigia. Cosa conterrà? Sicuramente qualche segreto, perchè nemmeno con la magia è possibile aprirla... Lotje prova a chiedere aiuto, creando sempre qualche scompiglio, ma solo le befane grandi o molto furbe possono scoprire il segreto della valigia!
Una storia semplice per bambini furbi e curiosi come la piccola befana protagonista. I disegni dell'autrice Lieve Baeten sono molto belli, ed è divertente aprire le pagine nascoste per scoprire i pasticci combinati dalla piccola Lotje.
In fondo al libro si scopre la bella storia che c'è dietro. Quando l'autrice scomparve nel 2001, stava lavorando al testo ed alle immagini del libro, che erano in gran parte completate. Il figlio Wietese Fossey, ha deciso di riprendere in mano il materiale e completarlo con l'aiuto della computergrafica. È stato possibile così realizare l'ultima opera di sua madre e farla leggere a tutti bambini.
Gioia Farina, dicembre 2005, in: www.bimbi.it.

 
Lotje trova, sulla porta di casa, una misteriosa valigetta che non riesce ad aprire. Forse, le dicono le sue colleghe più grandi, dovrai aspettare di diventare adulta. Ma lei, fra buffi intermezzi, riesce nella non facile impresa e, per ciò, viene accolta alla “scuola di befaneria”. Insieme, naturalmente, all’inseparabile e simpaticissimo Poes, il suo gattino. «È ovvio che sono grande e furba, pensò Lotje. Lo sono sempre stata». Lotje ha il piccolo viso cosparso di lentiggini, un nasino lungo e impertinente, una matassa di biondi capelli, disordinati, un vestitino bianco a righe arancio, scarpe con il tacco e un alto cappello a cono, simbolo della categoria a cui appartiene. C’è un mondo parallelo e notturno che la Baeten ha saputo creare con tratto fervido e ingegnoso. Il suo segno è preciso e minuto ma, nello stesso tempo, quanto mai cordiale e caldo, ricco di buffe notazioni e gustosi particolari. Anche perché parlando di streghe, mostrando una felicissima propensione al narrare, è come se parlasse di bambine di oggi, dei loro sogni, del loro desiderio di avventure e di crescita.
Walter Fochesato, Andersen XXIV, 213, aprile 2005, 114.

 
…la quinta avventura della streghetta-befana Lotje, una storia divertente e assai vivace dal punto di vista grafico: molte illustrazioni sono infatti duplicate su due pagine e mostrano la stessa scena prima e dopo l’azione compiuta dalla protagonista. Una soluzione, questa, che avvicina l’albo al linguaggio del cartone animato, senza però rinunciare alla ricchezza espressiva dell’immagine su carta. “Quella furba di Lotje” (traduzione di Giuseppina Pisani) è un regalo per tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscere questo irresistibile personaggio dal naso buffo e dal carattere allegro, ideato dall’autrice belga Lieve Baeten. Da tempo presente nella produzione Aer, l’illustratrice è scomparsa nel 2001 in seguito a un incidente stradale e non ha potuto portare a termine quest’ultimo episodio di Lotje: se lo è arrivato in libreria lo dobbiamo soprattutto al figlio Wietse Fossey, che ha completato le tavole della madre, avvalendosi della computergra-fica…
Mara Pace, Corriere dell’Alto Adige, 19 aprile 2005, 9.

 
Della serie della piccola Lotje Aer ha pubblicato: Quella furba di Lotje e - attualmente fuori catalogo: Il compleanno di Lotje, Quella curiosa di Lotje e Lotje e l'albero di Natale, Lotje e la Principessa delle befane. Si veda anche: Poster Lotje e la Principessa delle befane e Calendario d'Avvento. Di Lieve Beaten sono inoltre usciti: Nina si veste, Un boccone per Nina e - attualmente fuori catalogo: Tom va a letto, Dov'è Tom? Il libro Gli occhiali di Paola è stato illustrato da Lieve Baeten.

 

Copyright © 2004-2005 Aer Edizioni. All rights reserved.
Created by meta|art, Bozen. Graphics: Art Visuel, Paris. Foto: Isabelle Riz, Milano.